Tour in Ebike a Fubine Monferrato. Tra “Infernot”, eccellenze e antiche storie di famiglia.

FUBINE MONFERRATO
Da€89.90
Nome e Cognome*
Indirizzo Email*
Numero partecipanti*
Richieste Aggiuntive*
* Dichiaro di aver letto e di accettare la Privacy Policy.
Per proseguire devi accettare la privacy policy
Salva nei preferiti

Adding item to wishlist requires an account

1169

logo consorzio moscato asti

Minimo anni : 12+

 

Partiremo per la nostra pedalata a Fubine dal centro storico del paese, nei pressi della Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta, il cui campanile neogotico, alto ben 56 metri, costituisce oggi il simbolo del suggestivo borgo monferrino.

  • Durata: 6 Ore
  • Gruppo : fino a 20 Persone
  • tenda icona
    Guida E-bike
  • tenda icona
    Difficoltà: Media
  • Luogo di ritrovo: Fubine M.to.
  • Età Min: 12+
Dettagli del tour

Partenza

Il prezzo include

  • Guida Ebike
  • Degustazioni presso i produttori
  • Bicchiere da degustazione con tasca
  • Zainetto cotone
  • Telo da pic nic
  • Bottiglietta d'acqua
  • Mappa del sentiero
  • Assicurazione RC viaggi
  • Noleggio E-bike
  • Caschetto protettivo

Il prezzo non include

  • Acquisto presso i produttori
  • Trasferimenti da e per punti di partenza
  • Assicurazione annullamento
  • Tutto ciò che non è esplicitato ne " il prezzo comprende "

Equipaggiamento consigliato

  • Abbigliamento comodo
  • Scarpe da ginnastica
Mappa
Itinerario e tappe

Prima Tappa: Cappella Bricherasio

Ci dirigeremo subito verso Cappella Bricherasio, piccola chiesa ottocentesca in stile neogotico di notevole pregio artistico.

La chiesetta, a dispetto delle dimensioni ridotte, ospita al suo interno una suggestiva cripta in cui sono conservati i resti di Emanuele Cacherano di Bricherasio e della sorella Sofia, ultimi esponenti della nobile stirpe dei Bricherasio che furono fondamentali per la storia moderna di Fubine. I Bricherasio furono infatti al centro di numerose vicende, talvolta anche misteriose a cavallo tra Otto e Novecento, una su tutte la prematura morte, avvenuta in circostanze mai chiarite, dell’allora trentacinquenne Emanuele, uomo di grande valore, filantropo e cofondatore della FIAT di Torino nel 1899.

Seconda Tappa: Villa Remotti

Risaliti in sella pedaleremo verso Villa Remotti, qui saremo avvolti da un’atmosfera d’altri tempi e scopriremo un’affascinante storia nobiliare risalente alla fine dell’Ottocento, quando fu fondata la casa vinicola e costruita l’elegante e bellissima villa che costituisce il cuore dell’azienda.

In accordo con l’amore profondo per la bellezza e il rispetto per la tradizione produttiva, Villa Remotti produce in particolare Barbera d’Asti e mette in atto una filosofia semplice, ma rigorosa: le migliori pratiche agricole e l’implementazione di tecniche antiche e moderne insieme, con un occhio sempre rivolto alla natura e all’estetica: ogni vite è infatti sostenuta da un palo di castagno e le rose colorate vengono coltivate alla fine di ogni palo come metodo naturale di controllo dei parassiti. 
Un dettaglio che non vi lascerà indifferenti… proprio come i vini di quest’azienda.

Terza Tappa: Colle Manora

Lasceremo Villa Remotti e ci dirigeremo verso Quargnento, piccolo comune confinante con Fubine, dove visiteremo l’Azienda Vinicola Colle Manora. Qui potremo gustare gli ottimi vini di produzione e visitare il suggestivo Piccolo Museo della Moda di Mila Schön.
Amore per i dettagli e per la tradizione vinicola affrontati con modernità ed eleganza, è questo lo spirito di un’originale azienda del Basso Monferrato, che stupisce e affascina attraverso i suoi vini e l’amore per l’alta moda e per i grandi motori storici (chi lo desidererà, a parte, potrà visitare anche il Museo dell’Auto presente all’interno dell’azienda), elementi presenti da sempre nella vita e nel cuore dei proprietari. Visitando l’azienda … ve ne accorgerete!

Quarta Tappa: Fattoria della Capra Regina

Ma sarà già tempo di ripartire e pedalare  verso la Fattoria della Capra Regina, dove verremo letteralmente avvolti dall’amore per gli animali e per questa terra, che in questo caso è stata scelta tra tante dai proprietari di origine milanese per allevare la razza  caprina di Roccaverano, l’unica davvero autoctona di questa zona e produrre ottimo formaggio tipico a partire dalla coltivazione del foraggio e senza l’uso di prodotti chimici, fertilizzanti o pesticidi, in perfetto equilibrio con la natura e i suoi tempi.

Quinta Tappa: Azienda Agricola Pastorello Mario

Dopo aver degustato alcuni dei formaggi di produzione della Capra Regina e aver respirato un po’ di pace, ripartiremo alla volta dell’ultima tappa del nostro tour: l’Azienda Agricola Pastorello Mario, dove conosceremo una bella storia famigliare, di lavoro e passione.
Qui impareremo che il vino non è solo un prodotto, ma spesso diventa una filosofia, un modo di vivere e può esserlo per intere famiglie, proprio come in questo caso.
Insieme all’ottimo Piemonte Rosso e alla DOC autoctona Albarossa, degusteremo quindi i principi di una vita, quelli che perseguono la qualità a tutti i costi, anche attraverso pratiche talvolta lunghe o faticose, come la vendemmia solo manuale e la massima cura di tutti i dettagli nelle varie fasi produttive, allo scopo di “Interrogare la terra ed esaltarne la vocazione, per far parlare il vino”.

Sesta Tappa: Cioccolateria Artigianale Profumi di Cioccolato

Dopo aver degustato gli ottimi vini dell’Azienda vinicola Pastorello, saliremo nuovamente in sella per dirigerci alla Cioccolateria Profumi di Cioccolato, dove la Sig.ra Luigia ci ospiterà nel suo laboratorio, deliziosa location dove crea golosità di ogni tipo e dove, grazie alla sua esperienza trentennale nel settore cioccolatiero e dolciario, è tornata dopo tanto tempo, per coronare il suo sogno: “Tornare a casa, a Fubine, il paese a cui è legato una dei periodi più belli della mia vita, l’infanzia”… e naturalmente continuare a produrre dolcezza e bontà mettendo a frutto il suo talento e la sua competenza.

Ultima tappa: gli "Infernot".

Giunti nuovamente sulla piazza del paese, avremo infine  la possibilità di visitare uno tra i più suggestivi “Infernot” presenti a Fubine, ossia le appendici sotterranee delle cantine locali, tipici delle abitazioni del Monferrato. Gli “Infernot” sono ambienti ipogei scavati nel tufo che, grazie alle particolari caratteristiche geologiche di questo terreno, mantengono temperatura e umidità costanti durante tutto il corso dell’anno. Suggestivi e ricchi di atmosfera, gli “Infernot” saranno una fresca ed emozionante pausa prima di tornare alla luce del sole e terminare il nostro tour a Fubine Monferrato.

Torneremo quindi al punto di partenza e, grazie ai Sentieri Gastronomici, anche a Fubine avremo conosciuto qualcosa in più del Piemonte e delle sue bellezze e bontà.

Un tour da non perdere davvero!

X